20
Feb
Sempre della serie: Immagini sbiadite

...ma ricordi indelebili! Le auto sono parte della nostra vita. Quelle vecchie sono al centro dei nostri ricordi, come scrive il nostro amico poeta Paolo Bannetta, alias "Alfamatto. 

Pubblico il suo pensiero, scritto mentre si ritrova fra le mani una vecchia foto ingiallita...

"Mio padre accanto alla magnifica Lancia Flaminia 6 cilindri superamerica che usava per la sua attività di autista, in questa vecchia foto siamo nel 1957. Vorrei averlo ancora accanto a me per condividere la passione per le auto che mi ha trasmesso sin da quando mi teneva seduto sulle sue gambe al volante mentre faceva manovra per parcheggiare. Era un LANCISTA sfegatato,come non poteva non esserlo.. fu alla guida delle Lambda, Aprilia, Ardea, tutte le versioni dell'Aurelia di cui andava pazzo. Io lo delusi anni fa diventando un alfista incallito, così mi spiegava spesso la differente filosofia di costruzione dei due marchi cercando di ... convincermi..... Me lo immaggino oggi con quelle mani callose agire sui carburatori della mia giulia, oppure che mi dice mentre mi accompagna a un raduno: 

<senti il borbottio del bialbero..... l'Appia era ..un'altra cosa silenziosa più comoda..> 
<A papà ma mica aveva sta voce!>
Mi avrebbe risposto: <Sei fissato co St'ARRFA!> 

Ma gli piaceva, sono sicuro......" 

09
Feb
Filosofia (automobilistica)

Non so come, ma mi sono imbattutto in questo blog. Il personaggio mi pare interessante, ma non lo disturbate troppo, perchè preferisce gli "asocial network".
Merita una visita (non lui, il blog dicevo!)
http://catorcibus.blogspot.it/

E propongo al nostro uomo all'Avana, alias Raffaello "amolaruggine", di stanarlo, visto che è lì in zona da lui!

02
Feb
Anche questo è "motorismo storico"

Vi siete chiesti perché, nella denominazione del club, è inserita la definzione “Motorismo Storico”?

Perché passione per i mezzi vecchi significa anche recuperare la cultura, la vita, la società di quell’epoca. Perché, non mi scorderò mai di dirlo, l’automobile (ma anche gli altri mezzi di locomozione) hanno influito sul modo di vivere di tutti noi, direttamente per chi li ha posseduti, o indirettamente per chi ne ha solo usufruito.

E’ proprio in questo ambito che si inserisce la ricerca dei documenti che testimoniano i momenti passati: leggete quanto ho trovato sulla “Rivista Mensile del Touring Club Italiano-Le Vie d’Italia” di agosto 1931.

Vi informo che sto cercando di recuperare (ma con molta difficoltà, perché quasi inesistenti) materiale informativo che tratti la storia del progetto, della costruzione, e delle altre vicende riguardanti la SS 479 Sannite, in particolare per il tratto che attraversa le Gole del Sagittario. Chiunque volesse contribuire a questa ricerca, si faccia vivo.