20
Nov
Immagini sbiadite

Ho trovato su Facebook queste immagini a sfondo "motoristico" del paese di Scanno (AQ).

Nella prima, scattata molto probabilmente verso la fine degli anni '60, si vede una varietà di mezzi parcheggiati nella piazza principale, dove oggi c'è l'isola pedonale. La stessa foto la riproporrò nel forum, cosi che ognuno potrà scrivere quali marche/modelli riconosce. Vediamo chi ne scopre di più!

In quest'altra foto, che potrebbe essere di circa un decennio precedente, si nota che sulla stessa piazza era presente un distributore di benzina: in realtà la pompa non si vede, ma l'insegna col famoso cane a sei zampe, che all'epoca era anche corredata dalla scritta "Supercortemaggiore", non credo fosse utilizzata solo come pubblicità, ma segnalava la possibilità di rifornimento. Chissà se la Fiat 600 bicolore era una fuoriserie...

17
Nov
Il sorpasso-la Via Aurelia-gita fuori porta

Questa la cronaca di sabato 24 novembre. 

La giornata è trascorsa in maniera molto rilassata ed amichevole (se qualcuno poteva nutrire dei dubbi....).

Primo inconveniente è capitato all'organizzatore Paolo Bannetta, che dopo aver preparato la sua Giulia, ed aver fatto il pieno di benzina, si è accorto che il serbatoio perdeva! Quindi con alcuni minuti di ritardo si è presentato con la vettura di scorta (Alfetta).
Presenti quindi: 2 Alfetta berlina, una GT Junior del 1971, una 127 prima serie, una 850 berlina, una Giulia 1300 Ti, una Appia terza serie.
Apportata un variante al tragitto da seguire, abbiamo percorso l'Aurelia fin dopo Furbara, deviando per il Sasso, quindi Manziana, Oriolo e Lago di Vico per una sosta e delle foto, con alternanza di saliscendi notevole, con paesaggi a partire dalla costa tirrenica ai Monti Cimini. 
Nel frattempo il sole aveva inziato a bucare le nubi alte, quindi scaldando piacevolmente l'aria.
Qui il secondo inconveniente, perchè l'Appia di Giuseppe non rispondeva più ai comandi...dell'acceleratore.
Abbia perso qualche minuto per vedere il da farsi ed organizzare il soccorso.
Comunque siamo arrivati al banchetto nell'orario previsto, a tavola eravamo 12 persone ed abbiamo mangiato bene ed abbondante.
Nel pomeriggio il carro attrezzi è andato a recuperare il mezzo, portandolo nell'officina del meccanico personale di Bannetta a Vejano, dove in settimana sarà rimesso in grado di tornare a Roma sulle proprie ruote. Come sempre le conoscenze sul territorio sono fondamentali, perchè a Vejano, dopo il Sindaco, viene Bannetta...
P.S.: L'autista del carro soccorso, di Vejano pure lui, mi ha raccontato di aver posseduto fino a circa 10 anni fa una Fiat 124 Abarth Rally (!!!!), "quella in alluminio rossa coi cofani neri" ha confermato. Quando gli ho detto che fine avesse fatto, mi ha risposto: "l'ho data via perchè non potevo più permettermela!". Vani i miei tentativi di scoprire chi ce l'avesse adesso...

Insomma, come ho già scritto:"Perchè i motociclisti si e gli automobilisti no???", riferendomi alla capacità dei primi ad organizzarsi in maniera veloce ed informale, a differenza dei secondi che si muovono solo se per le occasioni più o meno blasonate?
08
Nov
L'Automobile al centro della storia del 1900

L'automobile è stata un'invenzione che ha cambiato radicalmente le abitudini della gente, forse la più significativa del XX secolo.

E con essa, tutto quanto gli gira intorno, ed il nostro modo di vivere e lavorare. 

Diceva l'Ing. Fedele Cova, colui che ha permesso che l'Autostrada del Sole divenisse realtà: "L'automobile è il grande mezzo che ha permesso all'operaio ed al contadino di finire il proprio isolamento, e di sentirsi di essere qualcuno, in una società di uguali".

Anche questo fa parte del motorismo storico. Guardate il filmato nell'apposita sezione di questo sito.